Estratto (#465)

465

La luna del primo mattino

si fa latrice dei più lieti pensieri.

Quando notata da alcuno

si riduce nel triste ritratto del mio tempo;

il tempo degli uomini incagliati

nella piattezza di un contagioso cinismo.

Tutti loro persi nell’inutile,

più inutile di questo.

Estratto (#438)

439

Petali rossi,

alito di vento che via te li porti.

Giardino spoglio…

velato dalle lagrime di chi ti compiange,

di chi ancora ti bisogna.

Tenue speranza che lasci nudo il corpo,

freddo è immobile.

Quieto lago d’inverno,

traversato da alcuno.

Ricordo fuggevole dell’Uomo.

Più non sei.

Estratto (#421)

421

Un leone è attraente,

è energico, è forte, è bello visto da un uomo…

ma gode di una breve esistenza.

Un elefante è lento, goffo,

ma vive a lungo.

La pelle bianca non toccata dal sole

rimane candida a lungo,

quella ambrata dalla sua luce, invece,

invecchia velocemente.

L’attrito è attraente per un uomo,

ma dove vi è attrito vi è anche caducità;

ciò che attrae l’uomo sfiorisce e manca velocemente.

Eppure l’uomo è attratto anche dall’eterno,

ma di tale promessa

non trova riprova nella sua vita quotidiana.

La sua disposizione rimane dunque rivolta

verso la passione del lampo.

L’uomo è senza tempo.

Estratto (#356)

356

Non si può fermare il corso di un fiume;

e nuotando controcorrente ci si stanca

e da lui si viene travolti.

Ma il fiume non è cattivo,

con il fiume ci dissetiamo, ci laviamo e ci rinfreschiamo;

il fiume ci porta anche il nutrimento di cui abbisogniamo.

Impariamo dunque ad accoglierlo per come viene.

E ricordiamoci di mantenerlo pulito.

Estratto (#343)

343

L’amore è uno stato di bisogno;

non c’è nulla di serafico dietro.

Tutto il resto è solo poesia

atta a trovare un valore superiore

… qualcosa che valga la pena,

in un Mondo fatto di scambi di qualunque genere.

Questa è la mia conclusione.

Siamo esseri estremamente semplici,

che per giustificare le sofferenze

e l’insensatezza1 della loro vita

l’abbelliscono con orpelli;

come un pittore alla ricerca di dettagli

per giustificare il suo lavoro.

Il messaggio dietro alla vita è troppo semplice per noi,

tutto qui.

In definitiva,

concluderai la tua vita in compagnia

di un cane o di un gatto;

un vivente che ti potrà dare un piacere

semplice e prevedibile,

al prezzo più basso.

(1 insensata perché non ne conoscono il fine)

Estratto (#262)

262

Una volta che sei corrotto dalla vita e dal denaro

non hai modo di redimerti,

non hai modo di comprendere gli altri

o di comprendere la vita stessa;

vivi di nulla e muori di nulla.

Non è per un caso che, spesso,

le persone economicamente disagiate

non mancano di dividere il loro tempo

e le loro sostanze con il prossimo;

perché hanno capito che la sostanza

è solo una soddisfazione temporanea,

che più nei hai e meno la senti,

che si finisce tutti nello stesso posto

… e che i sentimenti,

che sono la nostra culla fin dalla nascita,

non si comprano con la sostanza;

se ne possono comprare una parvenza,

ma dentro tu della loro falsità te ne accorgi.

Più in alto sali

e più hai il terrore di cadere,

più spine tagli

e più quelle rimaste ti fanno tremare.

Estratto (#259)

259

Il caso non esiste

… la natura è troppo perfetta per credere

che sia tutto guidato dal caso.

Se le farfalle vivono un solo mese,

se le rose colte pungono di spino,

se i fiori degnano lo spirito dei vivi

di quel profumo penetrante

… c’è un motivo.

Dietro tutto c’è un motivo,

dietro tutto c’è un desiderio.